Azienda energeticamente autonoma

Produci autonomamente l'energia che serve alla tua azienda riducendo sensibilmente e da subito i costi in bolletta.

  

DEDUZIONE FISCALE Energy manager

Per il 2020 nuove oppotunità di deduzione Fiscale per tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa e per i soggetti esercenti artigiani e professioni.

GUADAGNOEfficienza energetica

Produci autonomamente l'energia che serve alla tua azienda riducendo sensibilmente e da subito i costi in bolletta.

VALORE IMMOBILIARE

Fotovoltaico

Installando un impianto fotovoltaico si aumenta indirettamente l'efficienza energetica dell'immobile ed intrinsecamente il suo valore tecnologico.

ZERO CO2

Zero CO2

Una scelta sostenibile. L'impianto fotovoltaico, migliora la qualità della vita e quella di chi ti è vicino: producendo energia pulita e riducendo le emissioni di CO2, dannose per l'ambiente.

RIDUCI I COSTI AZIENDALI.

Detrazione fiscale

Puoi sfruttare aree libere e inutilizzate come coperture, capannoni, terreni, ecc. per produrre energia elettrica dal sole da destinare al fabbisogno energetico della tua azienda.

STAZIONE DI RICARICA PER VEICOLI ELETTRICI

Colonnine per auto elettriche

Puoi avere la tranquillità di avere una stazione di ricarica sempre disponibile, installandola nel parcheggio della tua azienda.

Rendi competitiva la tua azienda riducendo i consumi energetici

Diventa più sostenibile
Producendo energia rinnovabile contribuisci a ridurre le emissioni di CO2 rendendo più sostenibile la tua attività produttiva, limitando il tuo impatto sull’ambiente e migliorando l’immagine della tua azienda.
Ferma le bollette alte
In Europa le imprese italiane sono tra quelle che pagano i costi più elevati per l’energia elettrica, a causa dei crescenti costi di trasmissione e distribuzione dell’elettricità e degli elevati oneri del sistema, che rendono la tua azienda meno competitiva.
Contribuisci alla transizione energetica Produci energia rinnovabile come stanno già facendo oltre 150.000 imprese in tutta Europa, e contribuisci alla transizione energetica, per riuscire finalmente a fare la differenza.

Ottimizzazione dei costi di gestione
Consumo energetico, durata delle batterie, efficienza dei processi sono solo alcuni degli innumerevoli fattori da cui dipendono i costi d'esercizio. Riqualificazione360 fornisce assistenza nell'ottimizzazione complessiva di tutti i fattori basata su una strategia ben studiata e un uso responsabile di tutte le risorse. Ecco come è possibile ridurre in maniera sostenibile i costi totali con la giusta progettazione.

Riduzione dei costi energetici
Per molte aziende la riduzione dei costi legati all'energia elettrica ha la massima priorità: che si tratti del raggiungimento dei parametri di efficienza energetica stabiliti a livello di gruppo aziendale, del mantenimento dei costi d'esercizio ad un livello costante - anche nel caso di un aumento del volume d'affari - oppure per beneficiare delle tariffe agevolate che il fornitore di energia offre ai clienti che hanno consumi più moderati.

Inverter configurati su misura per la tua azienda per l’alimentazione elettrica stabile e regionale all’interno di MicroGrid
Le reti di distribuzione dell’energia elettrica regionali e indipendenti, cosiddette MicroGrid, presentano numerosi vantaggi. Collegano direttamente apparecchi di produzione dell’energia locali, sistemi di accumulo e dispositivi elettronici assicurando percorsi brevi. L’energia elettrica viene spesso prodotta utilizzando energie rinnovabili, quali energia eolica, biogas e fotovoltaico, risultando così ecologia e sostenibile. Inoltre, le MicroGrid sono indipendenti dai livelli di rete superiori e continuano a funzionare anche in presenza di avarie di rete. In caso di guasto possono essere temporaneamente scollegate, eliminando così il rischio di blackout di più ampia portata.

 

Monitoraggio impianti

La nostra piattaforma di permette l'analisi in remoto dell'impianto fotovoltaico in modo tale da garantirne sempre il corretto funzionamento.
È possibile accedere alle informazioni in qualsiasi momento controllando anche la quantità di energia pulita prodotta.

 

Assistenza clienti


Il servizio di assistenza mette a disposizione uno staff tecnico altamente qualificato per fornire un servizio a 360° e per tutta la vita dell’impianto. Inviaci la tua richiesta senza impegno e verrai tempestivamente ricontattato dai nostri referenti tecnici.

 

Gli incentivi per gli impianti fotovoltaici commerciali nel 2020

Il “Super Ammortamento 130%” è terminato il 31/12/2019.
Quali sono le nuove opportunità 2020 per chi vuole realizzare un impianto fotovoltaico per la propria azienda?

Per il 2020 la Legge di Bilancio concede un credito d’imposta a chi realizza un impianto fotovoltaico a servizio della propria attività lavorativa (commercio, industria, agricoltura): il 6% in 5 anni (ripartito in quote uguali per ogni anno).

Facciamo un esempio pratico: un impianto fotovoltaico dal costo complessivo (Iva esclusa) di 100.000 Euro, ottiene i seguenti vantaggi fiscali:

1) AMMORTAMENTO (9%): 2.700 Euro/anno per 11 anni
2) CREDITO D’IMPOSTA (6%): 1.200 Euro/anno per 5 anni
TOTALE INCENTIVI FISCALI: 3.900 Euro/anno

Questa cifra va a sommarsi al risparmio sulla bolletta elettrica.
Ipotizzando una produzione di 100.000 kWh ed un autoconsumo del 50%, semplificando si hanno le due seguenti voci di risparmio dal fotovoltaico:
1) AUTOCONSUMO (50%): 11.500 Euro/anno
2) SCAMBIO SUL POSTO: 6.000 Euro/anno
TOTALE RISPARMIO BOLLETTA: 17.500 Euro/anno

In questo semplice esempio si ottiene un risparmio totale di 21.400 Euro/anno che consente un recupero dell’investimento in meno di 5 anni.

E' possibile utilizzare In aggiunta per impianti fotovoltaici non residenziali, la “NUOVA SABATINI” che concede un finanziamento agevolato con un incentivo sul tasso di interesse.

Beni atrumentali - La nuova Sabatini per impianti fotovoltaici

Praticamente, l’interesse sul prestito ottenuto (durata 5 anni massimo) è interamente pagato dallo Stato.
L’imprenditore quindi può ottenere il prestito per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico direttamente dalla sua banca, con il tasso di interesse migliore che riesce ad ottenere; il MISE erogherà un contributo per coprire interamente la spesa di interessi sul prestito al 2,75% (se l’imprenditore riesce ad ottenere un tasso più basso, l’investimento diventa ancora più vantaggioso).

Finanziamento agevolato, può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso; il finanziamento deve essere:
di durata non superiore a 5 anni
di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro
interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili
Contributo del Ministero dello sviluppo economico è un contributo il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al 2,75%

NuovaSabatini

  • La misura Beni strumentali ("Nuova Sabatini") è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese
  • La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali
  • A chi si rivolge
    Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda:
  • sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di pesca
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali
  • non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea
  • non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà
  • hanno sede in uno Stato Membro purché provvedano all’apertura di una sede operativa in Italia entro il termine previsto per l’ultimazione dell’investimento

Settori ammessi

  • Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione dei seguenti:
  • attività finanziarie e assicurative
  • attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione

Cosa finanzia

  • I beni devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per “impianti e macchinari”, “attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” ovvero spese classificabili nell'attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 dell’articolo 2424 del codice civile, come declamati nel principio contabile n.16 dell’OIC (Organismo italiano di contabilità), nonché a software e tecnologie digitali. Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, relative a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti”
  • Gli investimenti devono soddisfare i seguenti requisiti:
    autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito
  • correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa

Tutti i dettagli presso il ministero dello sviluppo economico

Quindi per ora il superammortamento del 130% va in soffitta sostituito dal "CREDITO DI IMPOSTA" e dalla "NUOVA SABATINI"

 

Come funzionaVA il super ammortamento 2019?

Costo investimento per un impianto fotovoltaico di 20 kWp 36.000 €
Normalmente il coefficiente di ammortamento per impianti fotovoltaici è pari al 9% 36.000 € x 9% = 3.240 €
Con il Super ammortamento il costo dell'investimento aumenta del 130% 36.000 € x 130% = 46.800 €
A questo punto per ottenere la quota di ammortamento 46.800 € x 9% = 4.212 €
Periodo di Ammortamento circa 11 anni
Deduzione totale (quota ammortamento moltiplicata per il periodo di ammortamento) 46.332 €
Supponiamo un ipotetico reddito dell' Azienda 50.000 €
In questo modo otteniamo una base imponibile per il calcolo delle imposte (ammortamento 100%) 50.000 € - 3.240 €
In questo modo otteniamo una base imponibile per il calcolo delle imposte (super ammortamento 130%) 50.000 € - 4.212 €

Preferiamo 

enostra fotovoltaico        ROSSATO professionisti del comfort