Cambia la tua caldaia

Caldaia nuova Sconto in fattura 65%

Una offerta imperdibile

Con le caldaie a condensazione, le pompe di calore e sistemi ibridi, lo sconto in fattura immediato sugli interventi di RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

 

Esempio: sull'acquisto e posa di una caldaia dal costo di 2.000€ risparmi 1.300€, spendendo 700€ anziché 2.000€ Sconto in fattura esempio

  

Cosa è compreso:

  • Rimozione e smaltimento della caldaia preesistente
  • Fornitura e posa della nuova caldaia
  • Fornitura e posa tubo di scarico fumi
  • Rilascio libretto caldaia e dichiarazione di conformità dell’installazione

 Posa in opera della caldaia comprende:

  • Lavaggio dell'impianto
  • Fornitura filtro
  • Defangatore
  • Neutralizzatore di condensa
  • Anticalcare
  • Kit flessibili di allaccio in acciaio inox

 

COS’È LO SCONTO IN FATTURA?
È la modalità, alternativa alla compensazione negli anni previsti dalla detrazione, di ricevere il credito d’imposta come contributo sotto forma di sconto sul corrispettivo del fornitore (art. 121 della legge n. 77/2020).
Significa poter pagare la quota rimanente del valore della detrazione con l’aggiunta a parte dei soli oneri finanziari previsti dall’attualizzazione.

Sostituisci la tua vecchia caldaia con una a condensazione in classe A con termoregolazione evoluta e avrai uno sconto immediato fino al 65% usufuendo del  Bonus caldaie

Un'opportunità immediata per beneficiare delle detrazioni fiscali del Decreto Rilancio
La Legge 72/2020 - Decreto Rilancio, offre di nuovo la possibilità all'utente finale di usufruire dello sconto in fattura e della cessione del credito, ovvero la detrazione spettante per interventi di riqualificazione energetica (del 65% o del 50%). Gli utenti finali possono optare infatti per un contributo di pari ammontare sotto forma di sconto in fattura. Tale sconto potrà essere quindi anticipato dal fornitore che ha eseguito gli interventi.

Se il contribuente ottiene lo sconto immediato, il fornitore recupera l’importo sotto forma di credito d’imposta in dieci quote annuali di pari importo. L'installatore ha però anche un’altra alternativa alla compensazione, ovvero cedere a sua volta il credito d’imposta ai propri fornitori, come per esempio Riqualificazione 360

La misura è immediatamente operativa e richiede semplici passaggi burocratici!

Ricalca quanto già sperimentato con successo a fine 2019.

 Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

La legge di bilancio 2019 (legge n.145 del 30 dicembre 2018) ha prorogato al 31 dicembre 2019, nella misura del 65%, la detrazione fiscale (dall’Irpef e dall’Ires) pergli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

La detrazione del 65% per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, o per le spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione.
Riguardo alle caldaie a condensazione, dunque, dal 2018 si può usufruire della detrazione del 50% per quelle che possiedono un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n. 811/2013.
Se, oltre ad essere almeno in classe A, sono anche dotate di sistemi di termoregolazione evoluti (appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02), è riconosciuta la detrazione più elevata del 65%.

 Chiedi un sopralluogo

 

 

 

 

 


Stampa   Email